Sequestrato il poligono Rimini, piombo oltre ai limiti

Lunedì 23 Maggio 2011 00:23
Stampa

Troppo piombo sul terreno del poligono. I militari della Sezione Aerea del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di finanza hanno sequestrato, per inquinamento ambientale, il poligono di tiro a volo di Rimini, uno dei più grandi in Italia e sede di molte gare internazionali. Tonnellate di piombo, residuo dei pallini usati nelle esercitazioni, sono state riversate nel tempo, hanno riferito le Fiamme gialle, sul terreno adiacente il fiume Marecchia, dove è collocato il poligono.

Quantificare il danno arrecato all’ambiente. Il potenziale pericolo è rappresentato dal fatto che in un anno vengono lanciati oltre 180.000 piattelli, 250.000 borre e oltre sei tonnellate di piombo contenuto nei pallini. Le indagini di laboratorio dei tecnici dell’Arpa sui pallini sparati nel poligono hanno dimostrato che il piombo rilasciato sul terreno supera di 2.240 volte il valore massimo consentito dalla legge. I finanzieri hanno calcolato che nel poligono, dal 1972 a oggi, siano state versate circa 234 tonnellate di piombo direttamente sul terreno e nel fiume adiacente, che è zona del demanio sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale.

Fonte: www.teleromagna.it

 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.