A Procida non si ferma la caccia illegale

Lunedì 02 Maggio 2011 02:14
Stampa

 

Mentre su tutto il territorio nazionale da decenni è imposto il divieto assoluto di caccia da gennaio a settembre, sulle isole del Tirreno l’assenza di adeguati controlli lascia spazio a frequenti atti di bracconaggio anche a danno di specie protette, ed ecco che su Procida, Ischia e Ponza  in primavera sono immancabili denunce e sequestri di armi a danno di incoscienti sparatori. L’alba del primo maggio è stata salutata, a Procida, da numerosi spari di fucile che incalliti bracconieri ancora rivolgono all’ avifauna selvatica in questo periodo in migrazione verso i luoghi di nidificazione.

 

Fonte: http://procida.blogolandia.it

 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.