Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Tre bracconieri finiscono in manette avevano preso 91 conigli e rubato pesche

E-mail Stampa PDF

Sono stati sorpresi dalla Polizia provinciale

altRagusa -  Venivano dalla provincia di Catania i tre bracconieri arrestati dalla polizia provinciale di Ragusa in un’area compresa tra Acate e Chairamonte. Nonostante la stagione venatoria fosse ancora chiusa i tre cacciatori erano riusciti ad abbattere 91 conigli e rubato decine e decine di pesche. I tre bracconieri sono stati sorpresi alla prime luci dell’alba da una pattuglia del nucleo venatorio in territorio di Charamonte Gulfi. Colti in flagranza di reato a bordo di una Fiat Punto sono stati arrestati e posti a disposizione del pm di turno della Procura della Repubblica di Ragusa Claudia Maone.

Si tratta di S. e F. O. di 61 e 31 anni, originari di Ramacca e di R. R., di 42 anni, originario di Grammichele. Oltre alla selvaggina nella loro auto sono state rinvenute un coltello e l’asta poggiamano di un fucile tipo doppietta con matricola abrasa, nonché un faro con batteria. Gli agenti della polizia provinciale hanno sequestrato anche l’auto perché senza copertura assicurativa.

Ai tre cacciatori oltre al porto di parte di arma con matricola abrasa, sono state contestate le ipotesi dei reati di furto venatorio (la fauna è patrimonio indisponibile dello Stato)...

Scritto da Leuccio Emmolo - Leggi alla

Fonte: www.ilgiornalediragusa.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner