MARCHE/CACCIA: LEGAMBIENTE, SINERGIE PER CONTRASTARE BRACCONAGGIO

Lunedì 06 Settembre 2010 21:34
Stampa

(ASCA) - Ancona, 6 set - ''Purtroppo si assiste all'ennesimo caso di bracconaggio, attivita' illegale che contrasta i forti sforzi che Legambiente e altre associazioni, oltre che la stessa Amministrazione Provinciale, stanno adottando per tutelare adeguatamente la fauna selvatica, sempre piu' a rischio anche a causa del consumo del territorio idoneo al loro habitat''. L'allarme lanciato da Legambiente Marche che in una nota sottolinea ''lo scorso week-end, in contrada Fiastra di Petriolo, all'interno della Zona di Ripopolamento e Cattura, durante un normale servizio di vigilanza antibracconaggio, le guardie giurate volontarie di Legambiente, in collaborazione con quelle della Federcaccia, coordinate dalla Polizia Provinciale di Macerata, hanno rinvenuto una trappola carica finalizzata alla cattura di animali come tassi, istrici e altre specie protette, ma pericolose anche per animali domestici quali cani e gatti. La trappola, prontamente disinnescata dalle stesse guardie volontarie, e' stata sequestrata dagli agenti del Corpo di Polizia Provinciale''.

La ''ricetta'' dell'associazione ambientalista e' semplice ''e' indispensabile - si legge ancora - la collaborazione diretta dei cittadini che, venuti a conoscenza di situazioni analoghe, debbono segnalarle prontamente all'ufficio di Polizia Provinciale, numero verde: 800216659, oppure alle guardie volontarie di Legambiente, al numero 071 200852''.

Fonte: ASCA

 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.