Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Lite fra automobilisti minaccia una famiglia con un coltello

E-mail

Aveva trasformato una stanza di casa in un laboratorio abusivo per fabbricare cartucce e testine per fucili da caccia. Centinaia di bossoli ancora da riempire, macchinari e polvere da sparo. Tutto illegale. Un piccolo arsenale con cui rifornire gli amici prima di ogni battuta, ha detto agli agenti. Scoperto per caso, dopo una lite in strada con un altro automobilista, ieri mattina un sessantenne in pensione residente nella zona di Legnaia ha fatto di tutto per farsi notare. 

A innescare i sospetti della polizia, una lite fra l'uomo e un altro automobilista in viale Nenni. E' stato proprio il sessantenne a innervosisrsi e a infiammare l'alterco in strada per un colpo di clacson che il conducente di un altra auto aveva fatto partire sentendosi in pericolo dopo essere stato sorpassato. Il colpo di clacson fa infuriare il pensionato: l'uomo accelera e poi si intraversa in mezzo alla crosia con un testa coda, scende dall'auto, prende un coltello dal bagagliaio e lo punta contro l'altro uomo al volante, minacciando lui, la moglie e i bambini a bordo. Sentendosi in pericolo, la vittima chiude gli sportelli e scappa chiamando il 113. Dopo pochi minuti una volante ferma il pensionato e lo obbliga ad aprire il bagagliaio. Dentro, gli agenti trovano altre due coltelli con lame da 20 centimetri, 80 cartucce da fucile e 50 piombini da carabina. Materiale che il pensionato dice di detenere senza neppure avere un porto d'armi, munizioni che poi gli agenti troveranno anche a casa sua, centinaia di bossoli ancora da riempire, proiettili già pronti e strumenti per fabbricarli. L'uomo, con problemi psichici, è stato denunciato per minacce aggravate, detenzione e fabbricazione illegale di armi.

(07 novembre 2010) © Riproduzione riservata

Fonte: http://firenze.repubblica.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner