Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Maddaloni, sparatoria dopo litigio in bar, cinque feriti

E-mail Stampa PDF

Arrestato l'aggressore

16.08.2010. Viene aggredito da padre e figlio nel corso di una violenta discussione in un bar del centro del Casertano. Per vendicarsi si reca a casa dei due armato con un fucile da caccia e fa fuoco, ferendo anche altre tre persone. Cinque persone sono rimaste ferite ieri sera nel corso di una sparatoria a Maddaloni, in provincia di Caserta. Tra queste una rischia di perdere l'uso di un occhio. Il responsabile, Antonio Russo di 34 anni è stato arrestato poco dopo. All'origine dell'episodio un violento litigio che l'uomo ha avuto all'interno del bar con Vittorio Marro di 46 anni e il figlio Benito di 19.Dopo essere stato aggredito dai due, Russo per vendicarsi, si è armato di un fucile da caccia ha raggiunto l'abitazione dei Marro che prevedendo la reazione lo hanno accolto armati di bastoni.Russo allora ha cominciato a sparare, e ha ferito non soltanto padre e figlio, ma anche Nicolangelo Lettieri di 72 anni, Francesco Bernardo, di 38 anni e Arcangelo Avventurato, di 61 anni, tutti soccorsi in ospedale, con ferite giudicate guaribili in pochi giorni.
Vittorio Marro, che rischia di perdere la funzionalità dell'occhio destro, è ricoverato nell'ospedale Cardarelli  di Napoli, il figlio in quello di Caserta. Antonio Russo è stato bloccato nell'ospedale di Marcianse che aveva raggiunto per farsi medicare ferite e contusioni procurate durante il litigio con i Marro

Fonte: La Repubblica.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner