Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Bilancio vittime, 30 morti e 87 feriti in 5 mesi

E-mail Stampa PDF

ROMA, 4 FEB - In totale ''le vittime per armi da caccia della stagione venatoria'' appena conclusasi - nei 5 mesi che vanno dal primo settembre al 31 gennaio - sono ''117: 30 i morti e 87 i feriti''. A riferirlo il presidente dell'Associazione vittime della caccia Daniela Casprini, nel corso della presentazione di un dossier, oggi a Palazzo Madama. Il dossier, dice Casprini, conta il numero delle vittime, feriti e morti, da ''armi da caccia sulla base dei dati raccolti dalle rassegne stampa, che sono dati per difetto dal momento che non tutto arriva in questura e non tutto ai giornali''. Il dossier, spiega il presidente dell'Associazione, opera una suddivisione ''tra l'ambito venatorio e quello extra-venatorio: in ambito venatorio i feriti sono 72 e 23 i morti, in ambito extra-venatorio i feriti sono 15 e i morti 7''. All'interno dell'ambito venatorio, si legge nel dossier, tra i cacciatori si contano 54 feriti e 22 morti mentre tra la gente comune ci sono 18 feriti e un morto. Fuori dal contesto venatorio, tra i cacciatori si registrano 3 feriti e un morto mentre tra la gente comune 12 feriti e 6 morti. Spesso, osserva Casprini, in questo ambito si registrano ''vittime per imperizia nel maneggiare armi'' e anche ''al di fuori dell'ambito venatorio sono soprattutto i cacciatori i responsabili''.


Fonte : ANSA

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner