Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

TOGLIAMO LA TERRA AI CACCIATORI

E-mail Stampa PDF

Nella stagione di caccia 2010/2011 ci sono state 100 vittime, 25 morti e 75 feriti. La maggior parte in Toscana, Sardegna, Lombardia e Veneto. In complesso è andata bene se si considera che l'Italia si trasforma per mesi in un poligono di tiro. Un bosco è più pericoloso delle zone di guerra dell'Afghanistan. Durante le passeggiate autunnali il canto degli uccelli è sostituito dai rimbombi dei fucili. Se non corri, diventi tu il cinghiale, la lepre, il cerbiatto. E neppure nelle mura di casa tua sei al sicuro.

La nostra casa si trova in una zona frequentata dai cacciatori a Ceglie. A volte capita di avvertire delle schioppettate anche quando la caccia è chiusa. Avviene che i cacciatori sparino da una distanza di 10-15 metri da casa mia. Una mattina, nel mese di gennaio, alle prime luci dell’alba, mentre dormivamo siamo stati svegliati di soprassalto da un boato di vetri che andavano in frantumi. Una scarica di pallini aveva colpito la finestra della stanza da letto dove dormono i miei figli di 15,11 e 5 anni infrangendo i vetri". (12/9/2010)
"Una donna a Bellaguarda di Viadana (Mantova) è stata raggiunta dai pallini sparati da un cacciatore che mirava a una lepre mentre accompagnava a scuola i figli di 8 e 13 anni. I due bambini sono rimasti illesi mentre la donna è rimasta leggermente ferita ad una coscia. La paura è stata grande visto che una rosa di pallini si è conficcata sulla porta di casa, sfiorandoli." (22/9/2010)
"Erano le 12.30 quando uno sparo ha rovinato la domenica ad una famiglia residente a Roana (foto). Il colpo ha forato la porta di ingresso della villetta a due piani, conficcandosi nella parete opposta alla porta, e precisamente sopra il tavolo dove stava pranzando la figlia della coppia al primo piano". (13/10/2010)

Roana_caccia.jpg
"Una ragazzina è stata ferita di striscio al volto da una fucilata sparata da un cacciatore a Rocchetta Palafea nella langa astigiana. Quando è accaduto, la dodicenne stava giocando nel cortile di casa." (11/10/2010)

Rischi la vita anche sulle strade e autostrade, in macchina o in bicicletta.
"Sull'autostrada A5 tra Quincinetto ed Ivrea un'automobile che procedeva verso Torino è stata centrata da un proiettile sparato da un gruppo di cacciatori in cerca di cinghiali. Il proiettile ha sfondato il lunotto della vettura, su cui viaggiavano un uomo di 31 anni di Verrès ed il figlio, e si è conficcato nel baule posteriore...." (20/12/2010)
"Stavano pedalando in sella alle loro biciclette, quando sono rimasti feriti dai pallini esplosi da un cacciatore la cui identità resta ancora un mistero. È accaduto nella frazione Jano di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, a due cicloamatori di 58 e 54 anni, scambiati per selvaggina durante una tranquilla scampagnata domenicale. Il primo è stato colpito a un gluteo, mentre il secondo al lobo dell'orecchio destro: subito trasportati presso l’ospedale di Scandiano." (27/9/2010) (*)


Se la caccia non si può (per ora) proibire, si possono però limitare le sparatorie a ridosso delle abitazioni e delle strade. Per farlo va rivisto l'articolo 842 del Codice Civile, introdotto durante il fascismo, che permette l'esercizio della caccia in fondi privati (**). Un articolo incostituzionale che rappresenta una violazione del principio di uguaglianza dei cittadini davanti alla legge (art.3) e devono rivedere il diritto alla proprietà privata (art.42). I miei legali stanno verificando come procedere.

 

(*) Le informazioni sono tratte dal sito: http://www.vittimedellacaccia.org/
(**) I cacciatori non possono accedere ai fondi solo se recintati per tutto il loro perimetro per un'altezza uguale o superiore a 1,20 metri.

Fonte: www.beppegrillo.it

Comments

avatar ermanno
-4
 
 
certo chiudiamo tutte le strade perchè ci cisono migliaia di morti all'anno chiudiamo le discoteche perchè escono miglia di giovani ubriachi che vanno ad ammazzarsi eliminiamo le patenti così non ci saranno più pirati della strada chiudiamo tutti i bar dopo le 19 non facciamo più entrare nessun albanese rumeno magrebino visto che 60 % sono delinquenti ma perpiacere.
avatar giovanni
-1
 
 
giusto voi cacciatori siete in grado di dire simili idiozie, di fare simili discorsi deliranti, paragonare le strade (necessarie a tutti, e non, come la caccia, uno svago crudele, violento, sadico, malvagio spregevole dell'1% della popolazione, che fa milioni di vittime animali e danneggia molti non cacciatori) alla caccia è un deliro folle e aberrante che si commenta da sè!continuate così, non fate altro di dimostrare che avete del tutto perso il lume della ragione, che non sapete dire cose minimamente sensate, che x voi malati di caccia il piacere di uccidere è una cosa necessaria tanto quanto le strade, che non solo non vi importa nulla degli animali, ma nemmeno delle persone che danneggiate,. ferite, disturbate e del loro diritto si stare in campagna e nei boschi in santa pace senza subire le vostre folli sparatorie!
avatar giovanni
+2
 
 
siete vergognosi, nell'articolo in questione si parla di sicurezza dei NON cacciatori:in parole povere a voi non importa nulla nemmeno della sicurezza e dei diritti di chi non c'entra niente con la caccia, pensate solo a sfogare la vostra violenza e la vostra voglia di fare il tiro al bersaglio!!!non vi importa nemmeno che chi non vuole gente armata pronta a sparare nel suo terreno veda rispettato il suo diritto di nomn avercela e di stare in pace!!!vi credete padroni di tutto, della terra, volete spadroneggiare, siete dei dittatori, arroganti, prepotenti, fanatici!Q
avatar Angelo Garau
+3
 
 
La caccia non è uno sport è un massacro di poveri animali indifesi che ormai, per l'egoismo dell'uomo, hanno habitat sempre piu' ristretti, inquinati e in piu' devono riuscire a salvarsi anche dalle fucilate. Le specie cacciabili sono in costante decrescita, scompaiono i loro naturali predatori a causa della loro esiguità e l'uomo per la sua bramosia non risparmia nessuno di essi. Finirà che tra pochi anni l'estinzione di molte specie sarà inevitabile.
avatar Umberto
+3
 
 
Ermanno della caccia sinceramente potremmo anche farne a meno. Cosa c'entrano le strade e le patenti che servono a spostarci (un'attività sicuramente molto più importante dell'imbracciar e un fucile e sparare per puro svago!).
I cacciatori dovrebbero fare 2+2 e capire che non siamo più nel far west, si adattino a vivere in una società civile altrimenti mirino ad altro, i loro piedi ad esempio!
avatar daniela
+1
 
 
ripetete tutti le stesse cose voi cacciatori, con sta storia delle strade e delle macchine. fatevi un po' di conti voi allora:
1) Quanti cacciatori ci sono in Italia? e Quanti automobilisti?
2) Quanti giorni di caccia ci sono per ogni cacciatore a stagione venatoria? Quanti giorni di circolazione d'auto ci sono nei mesi di ogni stagione venatoria?
3) Quanto è necessario usare l'auto? Quanto è necessario divertirsi sparando e uccidendo?

La risposta a voi e... alla vostra onestà intellettuale. Auguri.
avatar Italo
+2
 
 
Domanda: se uno entra nel mio terreno e spara ad un animale qualsiasi.... se i suoi proiettili mi distruggono la porta di ingresso e/o i vetri, e magari ferendomi anche, è secondo Voi lecito difendersi ..... con le armi ...... in quanto in questo caso io ravviso una aggressione ed un imminente pericolo di vita e/o incolumità per me è la mia famiglia ????
avatar VINCENZO
-2
 
 
Ma tutti voi che parlate e parlate di poveri uccellini poveri animali , alla fine siete vegetariani almeno? poi siete sicuri di non possedere un uccellino in gabbia ? i cacciatori sparano col fucile per sport , ma voi sparate cazzat... con la bocca e senza cervello , ricordatevi DIO prese l'agnello lo diede ai suoi discepoli.... , con un miracolo fece riempire le reti dei pescatori di pesce , quindi se volete fare qualkosa di buono rompete a sti politici ke ammazzano il popolo umano e no gli animali
BEPPE MI DISPIACE X TE KE TI ATTAKKI A STE CAZZATE .
avatar Paolo
+1
 
 
la sua sfortuna è che io personalmente sono vegetariano, sono contro la caccia e non credo in Dio, dunque i suoi paragoni, almeno per me non valgono granchè.........e in realtà trovo le sue di osservazioni delle cazzate.
avatar giovanni
+1
 
 
vincenzo sei tu che spari cazzate a raffica, ti suggerisco di trovarti un medico bravo e farti curare che è meglio!gli uccellini poi qualunque persona UMANA li rispetta li ama e prova notevole compassione tenrezza e sensibilità per loro!!!!il vegetarismo non c'entra niente, ma ovviamente non sapete a che attaccarvi, oltre alle strade e le auto tirate in ballo il vegetarismo, in quanto a scemenze siete campioni!
avatar Paolino
-2
 
 
Cari signori e signore, non e forse piu crudele un allevamento di polli in batteria, oppure di bovini destinati al macello che per rendere la loro carne tenera li tengono rinchiusi in una gabbia 1m x2m?

da parer mio principalmente bisognerebbe prima di tutto imparare ad ascoltere e a parlare pacificamente tra di noi, e sopprattutto rispettare le idee altrui.
avatar Paolo
+3
 
 
@Paolino

Penso che lei stia scrivendo con gente che non mangia i polli da batteria e mal che vada se li alleva. Questo spirito "animalista", così descritto da molti, non nasce da una polemica sterile ma da scelte di vita coerenti. Rispettare vuol anche dire capire che il nostro ambiente oggi giorno sta subendo dei traumi non solo a livello industriale ma anche a livello naturale. Voler continuare ad uccidere quel poco che è rimasto è rischioso, molto rischioso, pensateci.

Non creda che la nostra polemica non sia anche diretta a quelle multinazionali da lei citate e che qualcosa stia gia cambiando. Di certo in questo sito non troverà mai un articolo o un pensiero a riguardo altrimenti si chiamerebbe "associazione vittime dell'industria".

Sono anche convinto che lei stesso consumi carne di quei polli da lei descritti, quindi potrebbe anche trovare uno di noi a protestare anche per quello.
avatar Rocco
-5
 
 
GRILLO PARLANTE MA VAFF@@@@@O
Nessuna migliore testimonianza di chi sono i cacciatori ci viene offerta dal "signor" Rocco. Grazie, lei è un esempio ottimo!
Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner