Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Una risposta ai cacciatori - Raccolta Testimonianze

E-mail Stampa PDF

Emblematica testimonianza di un lettore di Varese News

"Caro Direttore,

leggendo la lettera del Sig.Roi (...vedi link) mi sovviene una sola parola: allucinante. In sostanza il Sig. Roi evidenzia un aspetto importante che è l’antropizzazione del territorio. Però lo rigira ad uso e consumo della associazione che rappresenta.

In sostanza si dice che a seguito di una continua evoluzione delle aree antropizzate, il territorio consentito alla caccia è in diminuzione (vero). La soluzione sarebbe quindi un’automatica conseguente riduzione delle zone di divieto, zone rappresentate principalmente da due categorizzazioni: i Parchi e le zone limitrofe alle aree urbane.

Anzi, in un territorio così fortemente antropizzato il Sig. Roi ci invita a provvedere alla rivisitazione dell’attuale zonizzazione del territorio dei Parchi minimizzando o eliminando le aree a parco naturale vero e proprio.

Potrei rispondere che idealmente la gestione della fauna nelle zone di protezione dovrebbe privilegiare gli aspetti culturali, scientifici ed estetici legati ad un utilizzo indiretto della fauna non soddisfare una esigua minoranza delle popolazione che preferisce andare in giro con il fucile in spalla.

Per esperienza posso riportare il discorso del Sig. Roi sulla Pineta di Tradate e Appiano.

Direttore vuole sapere cosa succederebbe al Parco Pineta di Tradate se venissero applicate le regole del Sig. Roi? Ho una mia personale visione:

- Destituzione di area protetta/Parco Naturale.
...Leggi l'articolo...

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner