Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Marche: Autorizzata la caccia in deroga allo Storno

E-mail Stampa PDF

OPTA - SE LI CONOSCI LI EVITI: il Consigliere regionale Paolo Perazzoli (PD) e l'Assessore Caccia e Agricoltura Paolo Petrini (PD)

La Delibera Regionale del 20 settembre scorso autorizzava la caccia in deroga allo storno nei Comuni di Castel di Lama e Colli del Tronto, motivata da presunti danni all'agricoltura, che si vanno ad aggiungere ai comuni di San Benedetto del Tronto, Monteprandone e Folignano, già previsti dal Calendario Venatorio della Regione Marche. Evidentemente la possibilità di abbattare un certo numero di questi uccelli protetti dalle leggi nazionali e comunitarie fa gola anche ai cacciatori di altri comuni ed ai loro rappresentanti di associazioni venatorie che hanno avanzato richiesta alla 3° Commissione Caccia e Pesca della Regione Marche affinché venisse estesa la deroga anche ai comuni di Spinetoli e Cupramarittima.

Portavoce delle istanze venatorie, il Consigliere regionale Paolo Perazzoli (PD), nonché membro della 3° Commissione: un nome da ricordare alle prossime elezioni regionali delle Marche, assieme a quello dell'assessore a Caccia e Agricoltura, Paolo Petrini (PD), per il prelievo in deroga della specie storno. Fonte: www.regione.marche.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner