Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Pietra, caccia all’uomo che ha sparato con un fucile ad aria compressa ad un gabbiano

E-mail Stampa PDF

Pietra L. E’ caccia a Pietra Ligure alla persona che, ieri, si è “divertita” a sparare ad un gabbiano con un fucile ad aria compressa. I volontari della Protezione Animali hanno raccolto l’animale gravemente ferito in viale della Repubblica, dove agonizzava tra l’indifferenza dei passanti da alcuni giorni. Il veterinario, il dottor Catarella, gli ha estratto due pallettoni di quasi cinque millimetri di diametro dal palato e da un’ala ma non si sa ancora se l’uccello si salverà.

Altri due gabbiani colpiti da fucili ad aria compressa erano stati soccorsi dall’Enpa nei giorni scorsi, rispettivamente a Spotorno e Varazze; a Laigueglia invece la scorsa settimana un volatile era morto appeso ad una grondaia con una corda attorcigliata attorno al collo (forse per caso o forse no). Le Guardie Zoofile dell’Enpa, Polizia Municipale e Carabinieri sono stati allertati per avviare indagini e controlli, mentre l’Enpa rivolge un appello a tutti i cittadini affinché chiamino le forze dell’ordine nel caso vedessero spuntare da qualche finestra la canna di un fucile, ricordando che anche loro corrono grossi pericoli.

“I gabbiani invadono le città e nidificano sui palazzi, sia per la cementificazione delle coste, sia perché non trovano cibo sufficiente nel loro ambiente naturale (spiagge e scogliere); ciò a causa della rarefazione della fauna marina dovuta alla pesca professionale eccessiva, nonché alla pesca sportiva ed alla raccolta sui litorali di ogni tipo di animali marini – di cui si cibano questi volatili – da parte di gran numero di persone, proprio e soprattutto durante la stagione critica della nidificazione (maggio-luglio); se si proibissero tali attività almeno in questi mesi, forse i gabbiani rimarrebbero nel loro ambiente” spiegano dall’Enpa che nel solo mese di giugno ha soccorso 90 gabbiani (e circa 100 altri volatili e mammiferi in difficoltà) feriti, nidiacei caduti o buttati giù dai nidi. (Articolo n° 171856 del 29 giugno 2011)

Fonte: www.ivg.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner