Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

In atto la sesta estinzione di massa: addio leoni, lupi e squali

E-mail Stampa PDF

La colpa è del “più profondo impatto che l’uomo abbia mai avuto sulla natura”. Caccia e frammentazione distruggono le popolazioni dei grandi predatori con effetti a cascata su tutti gli ecosistemi.

Più o meno 2 mesi  fa l’allarme dell’Ue: senza alcun intervento circa il 25% delle specie a noi note da qui a breve termine potrebbe scomparire. Nasceva così l’impegno di portare a termine 6 obiettivi entro il 2020 volti alla tutela delle specie e degli ecosistemi.

Ma la situazione è ancora più drammatica di quanto prospettato finora. Scienziati ed esperti internazionali, coordinati da Jim Estes dell’Università della California a Santa Cruz, lanciano un ben più preoccupante allarme su Science: le popolazioni di leoni, lupi, leopardi, squali - i grandi predatori del pianeta - si stanno riducendo a una velocità così impressionante da far stimare in atto la "sesta estinzione di massa'' nella storia della Terra.

Secondo i ricercatori si tratta del "più profondo impatto che l'uomo abbia mai avuto sulla natura... Leggi tutto alla fonte: http://gogreen.virgilio.it

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner