Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Enpa Catania: nidiacei, ecco come aiutarli ma ricordate che sono liberi

E-mail Stampa PDF
Nido

Tenere per se fauna selvatica salvata da piccolo è un reato, aiutateli senza nessun interesse personale ma, per il solo spirito d’amore e solidarietà.
Arriva la bella stagione e con essa i tanti avvistamenti di nidi o nidiacei (piccoli d’uccello) finiti a terra alla mercé dell’uomo e dei vari predatori.

A tal proposito e per evitare problemi che possono insorgere dall’ignoranza in merito è bene sapere che: in caso di ritrovamento di uccelli caduti dal nido bisogna avvertire le forze dell’ordine. Non farlo equivale al compiere un reato in quanto trattasi di Fauna Selvatica, quindi, patrimonio indisponibile dello Stato e chiunque ve ne si appropriasse commetterebbe reato contro lo Stato stesso. Con indicazione particolare al Corpo Forestale, unico organo dello Stato competente in materia.

Cosa fare dunque per soccorrere senza recare danno? Non date mai per scontato che se un piccolo di uccello finisce a terra debba essersi perso o caduto dal nido semplicemente perché, alcune specie spontaneamente abbandonano il nido quando ancora non sono capaci di volare e non sono stati sufficientemente svezzati dai loro genitori ma, da quest’ultimi comunque seguiti “a distanza” e ugualmente nutriti. Per essere certi che il piccolo non corra rischi provate a sentire i richiami che tra loro si scambiano e se sono messi in punti pericolosi come la strada, potete prenderli e spostarli in posti più riparati ma sempre a distanze inferiori ai dieci, quindici metri dal rinvenimento e mai oltre.

Altre circostanze del ritrovamento potrebbero essere: trovare dei piccoli senza penne (nudi) e con ancora gli occhietti chiusi. Bene questa è invece la situazione che richiede il pronto intervento dell’uomo, mai usare gabbie in quanto potrebbero procurarsi gravi lesioni ed evitare posti rumorosi o affollati, ma, metterlo dentro una scatola come quella delle scarpe, con coperchio appositamente bucherellato, al fine di produrre il buio che provvede ad infondere tranquillità al piccolo. Se aveste difficoltà bisogna chiamare il Corpo della Forestale, o comunque un organo competente come anche Enpa o i Centri Recupero Fauna Selvatica. La stessa avvertenza è più che mai valida per casi in cui l’animale fosse ferito o comunque sofferente.

Per quanto riguarda le rondini e i rondoni, bisogna procedere da subito a prenderli in quanto questa specie è incapace di alimentarsi a terra o comunque di vivere sul suolo e incapaci di spiccare il volo. Quindi in questo caso anche la presenza dei genitori sarebbe inutile in quanto non riuscirebbero ad alimentarli. Se malauguratamente non poteste arrivare in tempi rapidi nei posti indicati, sarà necessario alimentarli, quindi, procuratevi della carne o omogeneizzati oppure camule sia della farina che del miele (reperibile nei negozi per la pesca) e a seconda delle dimensioni capirete se a piccoli bocconi è capace di ingurgitare o se fosse necessario optare per l’omogeneizzato, ogni ora per uccelli dalle dimensioni come quelle del passero, ogni due ore per uccelli dalle dimensioni a quelle del merlo.

Non date assolutamente alimenti facilmente reperibili in casa come ad esempio pane, pasta o latte, gli procurereste gravi indigestioni. Ricordate che non appena vi è possibile dovete allertare le forze dell’ordine. Non farlo equivale al compiere un reato in quanto trattasi di Fauna Selvatica, quindi, patrimonio indisponibile dello Stato e chiunque ve ne si appropriasse commetterebbe reato contro lo Stato stesso. Gli uccelli vivono nell’aria che di per se è priva di caos, noi con loro non abbiamo niente in comune, quindi non dobbiamo cercare di appropriarcene e non solo per il reato che si commetterebbe ma, anche per il rispetto dovuto a questi esseri.

Fonte: Catania Blog

Comments

Per poter lasciare o leggere i commenti bisogna essere iscritti.
 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.

Banner