San Polo in Chianti: Il cacciatore spara e colpisce un gatto in giardino

Mercoledì 15 Settembre 2010 13:21
Stampa

La denuncia di una donna che vive vicino a San Polo in Chianti
"Non so cosa sia preso a quella persona. Ha usato pallini da uccello"

15 settembre 2010 - Ha sentito uno scoppio in giardino, domenica sera verso le 20.30 e poi ha visto il suo gatto entrare in casa insanguinato. "Un cacciatore gli ha sparato contro", racconta Paola. In un giorno e a un'ora in cui le doppiette dovevano rimanere mute. "Sono subito uscita, ho guardato vicino alla casa ma non ho visto nessuno. Quella persona deve essersi resa conto di quello che ha fatto ed è fuggita". L'animale è stato portato dalla padrona in un ambulatorio veterinario, dove gli hanno curato la zampa ferita. "Il dottore ha detto che hanno usato cartucce a pallini piccoli, forse da uccelli. Mi chiedo cosa sia preso a quell'uomo".

Il colpo di fucile ha ovviamente sfiorato la casa, se in giardino ci fosse stata una persona avrebbe rischiato di essere ferita. "Ci siamo spaventati", dice Paola, che vive a Poggio alla Croce, vicino a San Polo. "Qua ci sono tanti cacciatori, mi hanno pure chiamato dal Mutuo soccorso di San Polo, frequentato da molte doppiette, per dirmi che gli dispiaceva". La legge prevede che chi spara dia sempre le spalle, se ci sono, a case o ville.

Malgrado questo non capita di rado che pallini e cartucce finiscano vicino alle case, anche in giorni durante i quali la caccia non è permessa. I veterinari inoltre curano spesso animali feriti, cani, gatti ma anche esemplari di specie protette.

Fonte: firenze.repubblica.it

 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.