Putignano (BA): No alla caccia, sì alla sicurezza dei cittadini! l'Ass.Vittime della caccia ottiene un'altra ordinanza di divieto

Martedì 27 Dicembre 2011 16:22
Stampa

COMUNICATO STAMPA - ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA

PUTIGNANO (BA): NO ALLA CACCIA, SI ALLA SICUREZZA DEI CITTADINI

l'ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA OTTIENE UN ALTRA ORDINANZA DI DIVIETO, LA SECONDA DI QUESTA STAGIONE

L'ordinanza n.36 emanata dal Sindaco di Putignano in data 23 dicembre 2011, fa il paio, per questa stagione venatoria, con quella del comune di Pianella (PE) e conferma che la sicurezza dei cittadini deve avere la priorità su qualsiasi altro interesse, esercizio venatorio compreso.
Finalmente è stata accolta dal sindaco De Miccolis la richiesta pressante dell'Associazione Vittime della Caccia che ha raccolto e sostenuto il comitato di cittadini della zona.

"In difesa degli interessi della comunità e contro le doppiette, sempre!" dichiara, Daniela Casprini, presidente dell'Associazione Vittime della Caccia, che aggiunge " Il nostro osservatorio su morti e feriti per armi da caccia, conferma l'estrema pericolosità di coloro che armati vagano nelle campagne e sparano nelle immediate vicinanze di zone ad altra concentrazione antropica. Troppo spesso si eludono le più elementari norme di sicurezza, anche in rapporto alle distanze minime per sparare, con conseguenze tragiche."

L'Associazione Vittime della Caccia plaude all'alto senso di responsabilità dimostrato dal Sindaco di Putignano, avv. De Miccolis e conferma il suo sostegno e l'azione già intrapresa nei confronti di altri Comuni interessati da richieste di provvedimenti analoghi da parte dei cittadi, vittime inermi della furia delle doppiette.

Ufficio Stampa Associazione Vittime della caccia - email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. -  www.vittimedellacaccia.org

 

 

Commenti Facebook

Da questo semplice form potrete collegarvi direttamente al vostro account su facebook.