Associazione Vittime della caccia

organizzazione di volontariato senza fine di lucro ai sensi della Legge 266-91

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Associazione Vittime della Caccia

DOSSIER 2014-2015 VITTIME DELLA CACCIA >annuncio

E-mail Stampa PDF

DOSSIER 2014-2015 VITTIME DELLA CACCIA

annuncio

L'Associazione Vittime della caccia informa gli interessati che i dati sulle vittime per armi da caccia

relativi al periodo corrispondente alla stagione venatoiria 2014-2015, saranno disponibili da venerdì 30 gennaio,

mentre il dossier completo - con i dati definitivi e tutte le parti che lo compongono (tabelle, focus, ecc) - sarà disponibile

da martedì 3 febbraio, anche in formato pdf. grazie

 

 

 

 


Read 0 Comments... >>
 

Daini di Ravenna: la battaglia continua

E-mail Stampa PDF

Daini della Pineta di Classe (RA): La battaglia continua

si punta al ricorso al Consiglio di Stato

 

Le Associazioni ricorrenti valutano il ricorso al Consiglio di Stato avverso l’ordinanza del T.A.R Emilia Romagna, che non ha sospeso il piano di abbattimento dei daini predisposto dalla Provincia di Ravenna, condannando le medesime alle spese del giudizio cautelare.

Ad avviso dell’ Associazione Vittime delle Caccia, di Animal Liberation ed Earth la delibera della Giunta Provinciale che abilità i sele-controllori dell’Ambito Territoriale Caccia, soggetti non contemplati dall’art. 19 della legge statale n. 157/92 all’abbattimento, presenta aspetti di illegittimità.

Infatti, oltre a carenze istruttorie e motivazionali in ordine in particolare all’effettivo numero di daini presenti in pineta e alla mancata applicazione dei metodi ecologici incruenti, a nostro parere la delibera contrasta con una specifica procedura regolamentare dei piani di prelievo venatori.

In questo contesto le Associazioni ricorrenti ritengono pertanto che l’appello al Consiglio di Stato, oltre ad ogni iniziativa di sensibilizzazione al cospetto dell’opinione pubblica e delle Istituzioni, risponda all’esigenza primaria e in questo caso prevalente di tutela della fauna e della sicurezza dei fruitori del Parco e delle aree contigue.

Il Coordinamento "Viva i daini vivi della Pineta di Classe", 19 gennaio 2015

-o-

PER LA RACCOLTA FONDI a sostegno del COORDINAMENTO "Viva i daini vivi della pineta di Classe"

potete inviare la vostra offerta all'Associazione C.L.A.M.A. Ravenna Onlus,
IMPORTANTE
la CAUSALE deve essere: "Daini della pineta di Classe"
Beneficiario : C.L.A.M.A. Ravenna Onlus
Iban: IT08F0538713108000000008396


Read 0 Comments... >>
 

RACCOLTA FONDI A SOSTEGNO DELLE ASSOCIAZIONI RICORRENTI DEL COORDINAMENTO "VIVA I DAINI VIVI DELLA PINETA DI CLASSE"

E-mail Stampa PDF

RACCOLTA FONDI A SOSTEGNO DELLE ASSOCIAZIONI RICORRENTI

DEL COORDINAMENTO "VIVA I DAINI VIVI DELLA PINETA DI CLASSE"

CONTRO LA DELIBERA n.252/2014 DELLA PROVINCIA DI RAVENNA


Come comunicato ai vari organi di stampa, le Associazioni Earth, Vittime della Caccia e Animal Liberation hanno impugnato la delibera della Provincia di Ravenna nr 252/2014 che decreta lo sterminio dei daini della pineta di Classe.

Le Associazioni ricorrenti e sostenitrici, nonché privati cittadini si sono già auto-tassati per raccogliere un minimo di fondi da utilizzare per le spese vive del ricorso e per affrontare le eventuali spese di condanna in caso di rigetto dell'istanza di sospensiva o comunque in caso di esito negativo al Tar.

In tale eventualità le Associazioni non riuscirebbero con i propri mezzi a fare fronte a tutti gli obblighi di legge, ed è per aiutarle ad integrare le somme necessarie che il coordinamento ha deciso di organizzare una raccolta fondi urgente.

E' fondamentale informare che il coordinamento "Viva i daini vivi della pineta di Classe", animato da spirito antispecista, si è costituito al fine di impugnare la delibera provinciale di Ravenna n.252/2014 al Tar dell'Emilia Romagna e conseguentemente per fermare l'uccisione dei daini oltreché, eventualmente, di aprire un dibattito sulla caccia di selezione ed i metodi incruenti di contenimento delle specie considerate strumentalmente nocive da chi ha interesse venatorio.

Il Coordinamento "Viva i daini vivi della pineta di Classe" è l'unico autorizzato a raccogliere fondi a tale scopo.

Le somme raccolte sul conto dell'Associazione che si è resa disponibile ad eseguire il lavoro di rendicontazione saranno impiegate dalle associazioni ricorrenti nei tempi e nei modi necessari per far fronte ad ogni urgenza per l'assolvimento degli obblighi di legge ed ogni eventuale necessità connessa.

Nel caso in cui, al termine di tutto l'iter strategico previsto, quanto raccolto nel fondo risultasse in eccedenza, questo verrà utilizzato per favorire un dibattito sulla caccia di selezione in Italia e sui metodi di contenimento incruenti, attraverso una serie di iniziative volte ad informare e sollecitare una seria riflessione su una caccia travestita da selecontrollo che in Italia oramai non conosce più paletti temporali e luoghi di divieto, alimentando e favorendo solo sé stessa, in quanto autoproclamatasi quale soluzione del "problema" da essa stessa causato, impedendo l'applicazione dei metodi incruenti e delle norme vigenti anche in materia di sicurezza pubblica.

 

Per sostenere il COORDINAMENTO "Viva i daini vivi della pineta di Classe" potete inviare la vostra offerta all'Associazione C.L.A.M.A. Ravenna Onlus,

IMPORTANTE

la CAUSALE deve essere: "Daini della pineta di Classe",


Beneficiario : C.L.A.M.A. Ravenna Onlus

Iban: IT08F0538713108000000008396


Da sapere: in caso di eccedenza delle somme raccolte, chi ha versato oltre 100 Euro e non desiderasse che vengano utilizzati per la campagna informativa, potrà richiederne la restituzione (al netto delle spese di trasferimento) contattando la volontaria incaricata.

Per informazioni di carattere amministrativo e sulle modalità della raccolta potete scrivere a Mirella: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


Read 0 Comments... >>
 

20.01- STOP CACCIA A TORDO B.,CESENA E BECCACCIA

E-mail Stampa PDF

BLOCCO ALLA CACCIA DI ALCUNE SPECIE DI UCCELLI SELVATICI

Dal 20 gennaio non sarà più possibile cacciare il tordo bottaccio, la cesena e la beccaccia in tutto il territorio nazionale.

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato l’esercizio del potere sostitutivo previsto dall’articolo 8, comma 4, della legge 5 giugno 2003, n. 131, nei confronti delle regioni Liguria, Toscana, Umbria, Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Marche su proposta del Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, disponendo la modifica dei calendari venatori e quindi la chiusura della caccia per le suddette specie.

Il Ministero dell’ambiente ha già da tempo sollecitato le regioni ad adeguarsi ai tempi richiesti dall’Unione europea ma non tutte le regioni hanno dato seguito al sollecito.

La Commissione europea ha infatti contestato la violazione della direttiva 2009/147/CE in materia di conservazione degli uccelli selvatici, che vieta la caccia nei periodi di nidificazione e riproduzione.

Tenuto conto che già nella seconda decade di gennaio è in corso la cosiddetta “migrazione pre-nuziale” che precede la nidificazione e considerato che in numerose regioni italiane risulta a tutt’oggi possibile cacciare queste specie migratrici fino al 31 gennaio.

 


Read 0 Comments... >>
 

DAINI DI RAVENNA - DEPOSITATO RICORSO AL TAR

E-mail Stampa PDF

COMUNICATO VITTIME DELLA CACCIA

DAINI DI RAVENNA - DEPOSITATO RICORSO AL TAR



Impugnata al TAR dell'Emilia Romagna la delibera della Provincia di Ravenna n.252/2014, definita "Ammazza daini" dai ricorrenti Associazione Vittime della caccia, Earth, Animal Liberation e sostenuta da Clama, alcuni Consiglieri del Movimento 5 Stelle e alcuni privati cittadini.

Si resta in attesa della auspicata sospensiva cautelare, come richiesto dagli Avvocati Massimo Rizzato e Francesco Damiani.

Un dono di Natale a queste creature condannate a morte anche se innocenti ed ignare degli interessi dei "macellatori".


Associazione Vittime della caccia - 24.12.2014


Read 0 Comments... >>
 

Daini della Pineta di Classe: L'Associazione Vittime della caccia diffida la Provincia di Ravenna, il sindaco e il responsabile ATC.

E-mail Stampa PDF

Comunicato stampa Associazione Vittime della cacia - 29.11.2014

Daini della Pineta di Classe:

L'Associazione Vittime della caccia diffida la Provincia di Ravenna, il sindaco e il responsabile ATC.

La fauna selvatica è un bene indisponibile dello Stato che non può andare nell'interesse di pochi che li vogliono morti e arrosto!

Se sarà necessario, impugneremo anche al TAR la Delibera della Provincia di Ravenna n.252 del 12 novembre 2014, valida fino a febbraio 2015, resa immediatamente eseguibile da chi autorizza e pianifica una strage di animali, la provincia di Ravenna. Il sindaco tace, l'ATC esegue.

L'Associazione Vittime della caccia ha deciso di diffidare chi autorizza e permette l'abbattimento di oltre 60 Daini della Pineta di Classe ed è pronta a sporgere formale denuncia contro i responsabili.
Pur avendo previsto anni prima il naturale incremento demografico di questi splendidi animali introdotti dall'uomo, niente è stato fatto, nessun metodo incruento applicato seppur sia obbligatorio per legge, come dispone l'art.19bis comma 2 della 157/92. Tra l'altro l’uccisione massiva dei capi non accompagnata da altri interventi preventivi, quindi disgregando i gruppi esistenti, solleciterà nuove nascite, vale a dire il ripresentarsi del sovra popolamento in tempi rapidi.
Non appare infondato sostenere che si tratta di un’azione finalizzata a riproporre in un prossimo futuro nuove occasioni di divertimento per i cacciatori camuffati da “selezionatori", dichiara Daniela Casprini, presidente dell'Associazione Vittime della caccia.
Nella Delibera della Provincia si palesano incongruenze, mancanza di trasparenza e violazioni delle norme non solo sulla caccia. Inevitabile anche l'inibizione della fruibilità delle aree verdi pubbliche per riservarle in via esclusiva a privati cacciatori travestiti da selecontrollori.

Ci appare quindi una vera e propria sottrazione di un bene dello Stato e di tutti noi che invece li vogliamo vivi, manovra volta a favorire l'interesse e la "pancia" di privati armati.
Attrazione turistica prima, carne da macello poi. Questa manovra è emersa palese dal fatto che, pur avendo ricevuto la generosa offerta di una signora disposta a farsi carico degli animali, avendone i requisiti e coprendo tutte le spese, la Provincia continua il suo diniego adducendo l'impossibilità di cedere i daini a privati, ma permettendo ad altri privati di ammazzarli!
Beni pubblici messi a disposizione di pochi: creature senzienti da macellare a cielo aperto e aree verdi sottratte alla pubblica fruibilità, elusione di leggi dello Stato. No, non ci siamo proprio.

L'uso di armi a lunga gittata in luoghi fortemente antropizzati, tra l'altro, mette in serio e reale rischio anche l'incolumità pubblica senza per altro esserci alcuna necessità logistica e fregandosene delle diffuse sensibiltà di chi da tempo chiede la salvezza di questi animali e che si è reso disponibile ad una soluzione fattiva e concreta. Ora basta!
Associazione Vittime della caccia - 29.11.2014


Read 2 Comments... >>
 

DATI VITTIME ARMI CACCIA-AGGIORNAMENTO settembre/novembre-2014

E-mail Stampa PDF

Associazione Vittime della caccia - ULTIMI AGGIORNAMENTI LUNEDì 30 NOVEMBRE....

ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA

STAGIONE VENATORIA 2014-2015

 

DATI VITTIME ARMI da CACCIA - settembre/novembre 2014

 

AGGIORNAMENTO DATI VITTIME ARMI CACCIA al 30 novembre 2014

 

62 VITTIME, DI CUI 1 MORTO e 17 FERITI TRA LA GENTE COMUNE*,

13 MORTI e 31 i FERITI tra i CACCIATORI

(in circa 56 giorni effettivi di caccia, ovvero ben più di 1 vittima al giorno!)

dati Associazione Vittime della caccia©

ULTIME VITTIME INNOCENTI...

Vincenzo Ciancio, l’85enne di Chiaromonte trovato MORTO in un boschetto nei pressi di Pietra Pica (Potenza); Mamma e bambino di 6 anni FERITI da un cacciatore nel giardino di casa (Merate).

NB.CRITERIO DI RICERCA ADOTTATO: L'Associazione Vittime della caccia nel conteggio esclude da sempre casi di vittime per cadute, infarti o incidenti di altra natura che non siano le armi da caccia o vittime in altri contesti. In questi dati non sono considerati i casi con vittime in ambito extravenatorio, conteggiato a parte.Le date si riferiscono non necessariamente all'episodio segnalato ma aalla data di pubblicazione dell'articolo.

Si autorizza la pubblicazione dei presenti dati, citando la fonte Ass.ne Vittime della caccia, nel rispetto del nostro impegno. Grazie

02.09.2014

1 FERITO CACCIATORE - CATANIA - SICILIA - AMBITO VENATORIO                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        Impallinato durante una battuta di caccia da altri cacciatori. L'episod io è avvenuto in contrada “Ciappazza”, territorio di Licodia Eubea                                                                                                                                                                                  m.catania.livesicilia.it

02.09.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         *1 FERITO GENTE COMUNE - GROSSETO - TOSCANA - AMBITO VENATORIO
Caccia, colpita alla testa da un pallino mentre passa con l'auto. La donna ancora in stato di shock. Le raffiche sparate da un capanno a Pian di Barca, nel grossetano.
firenze.repubblica.it


06.09.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           *1 FERITO GENTE COMUNE - PESCARA - ABRUZZO - AMBITO VENATORIO
Sabato 6 settembre, una donna residente del Comune di Pianella (PE) è stata colpita alle gambe mentre camminava sulla stradina a lato della sua abitazione. Grazie al pronto intervento dei Carabinieri di Pianella, sono stati fermati e denunciati alla Procura della Repubblica quattro cacciatori.

14.09.2014
1 FERITO CACCIATORE ANCONA - MARCHE - AMBITO VENATORIO
JESI - Spara a una quaglia, colpisce un altro cacciatore. Incidente di caccia ieri pomeriggio a Jesi, località Gangalia.
www.corriereadriatico.it

21.09.2014
1 FERITO CACCIATORE - BRINDISI - PUGLIA - AMBITO VENATORIO
Spara a lepre,ferito compagno di caccia nelle campagne di Brindisi. Un cacciatore di 46 anni di Latiano rimasto ferito ad una coscia, all'addome e ad un avambraccio dai pallini di una fucilata sparata da un altro cacciatore, che aveva mirato ad una lepre.
www.ansa.it

21.09.2014
1 FERITO CACCIATORE - MANTOVA - LOMBARDIA - AMBITO VENATORIO - REO 70 ANNI
Suzzara, in provincia di Mantova, è stato colpito accidentalmente alle gambe da una fucilata partita dalla doppietta dell'amico, anche lui ultrasettantenne.
gazzettadimantova.gelocal.it

21.09.2014
1 FERITO CACCIATORE - PERUGIA - UMBRIA - AMBITO VENATORIO - REO + 70 ANNI
Marsciano, frazione di Spina, è rimasto ferito un cacciatore per lo sparo di un compagno di battuta ultrasettantenne.
www.lanazione.it

23,09.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         3   CACCIATORI FERITI - VICENZA - VENETO - AMBITO VENATORIO
Tre i cacciatori feriti nel primo giorno di caccia, tutti sono stati centrati da altri cacciatori. Tutti casi a distanza di pochi chilometri l'uno dall'altro e nel giro di meno di due ore.
- Brendola (VI) Il primo allarme è scattato alle 6.30 a Brendola dove nella zona del bacino Degora un vicentino di 49 anni è stato ferito al volto da un pallino.
- Arsignano, Un ragazzo di 27 anni, mezz'ora dopo, è stato invece soccorso in via Bosco. Il giovane è stato colpito a un occhio.
- Montecchio, L'episodio più grave, infine, è accaduto prima delle 8.30 in via Bosco. Questa volta ad essere ferito un vicentino di 72 anni, raggiunto sempre al volto. (...)
www.ilgiornaledivicenza.it

26.09.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         1 MORTO CACCIATORE - UDINE - FRIULI V.G. - AMBITO VENATORIO
TORVISCOSA - Tragedia ad Arsa: Muore in un incidente di caccia imprenditore friulano ucciso da due colpi partiti dal suo fucile
messaggeroveneto.gelocal.it

*1 FERITO GENTE COMUNE - CUNEO - PIEMONTE - FIGLIA 18ENNE AMBITO VENATORIO
28.09.2014
Primo giorno di caccia, padre 47enne ferisce la figlia di 18 anni. L'uomo sarebbe inciampato e dal fucile sarebbe partito casualmente un colpo che ha colpito la ragazza alla gamba
torino.repubblica.it

1 FERITO CACCIATORE - LODI - LOMBARDIA - AMBITO VENATORIO
01.10.2014
Casale, Cacciatore 82enne si spara a un piede. Anziano va a caccia e, mentre si allaccia le scarpe, fa partire involontariamente un colpo di fucile,
www.ilcittadino.it

01.10.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       *§1 FERITO GENTE COMUNE - MINORE - LODI - LOMBARDIA - AMBITO VENATORIO
Premana: 12enne ferito dai pallini di un fucile da caccia durante una pssegiata. Se la sono vista brutta due fratellini residenti in Valsassina, uno dei quali, 12enne, rimasto ferito di striscio dai pallini sparati da un fucile che lo hanno colpito alla spalla e al braccio.
www.lecconotizie.com

02.10.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         1 MORTO CACCIATORE - LIVORNO - TOSCANA - AMBITO VENATORIO
Incidente di caccia, muore 59enne di Piombino per una fucilata. Il colpo sarebbe partito da un altro cacciatore 73 enne.
www.lanazione.it

03.10.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          1 FERITO CACCIATORE - CASERTA - CAMPANIA - AMBITO VENATORIO                                                                                                                                                                                                                                                                        Pietramelara. Va a caccia di cinghiali, ma viene sparato a una gamba: cacciatore ricoverato.                                                                                                                                                                                                                                                  www.ilmattino.it


04.10.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              1 FERITO CACCIATORE - SAVONA - LIGURIA - AMBITO VENATORIO
Mioglia - Cacciatore ferito a un piede da un colpo partito dal suo fucile L’uomo è stato trasportato al S. Martino con l’elicottero
www.rsvn.it

06.10.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          1 FERITO CACCIATORE - AGRIGENTO - SICILIA - AMBITO VENATORIO
Palma di Montechiaro, ragazzo ferito durante battuta di caccia. Il ragazzo è ricoverato nell'ospedale "San Giacomo d'Altopasso" di Licata per essere sottoposto a un intervento chirurgico, ma le sue condizioni non sarebbero gravi
www.agrigentonotizie.it

6.10.2014
* 1 FERITO GENTE COMUNE - VARESE - LOMBARDIA - AMBITO VENATORIO
Futura mamma ferita dal pallino di un cacciatore sulla ciclabile ceriano laghetto!!!
www.prealpina.it

08.10.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            * 1 FERITO GENTE COMUNE - ENNA - SICILIA - AMBITO VENATORIO
Ferito da una fucilata dei cacciatori mentre era su un albero, nel suo podere di Calascibettae a raccoglie frutta, è grave. Pensionato in prognosi riservata.
corrieredelmezzogiorno.corriere.it

08.10.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           1 MORTO CACCIATORE - ALESSANDRIA - PIEMONTE - AMBITO VENATORIO
Alessandria Incidente di caccia, 67enne muore nei boschi di Variana. Durante una battuta di caccia al cinghiale un colpo partito per sbaglio ha colpito al torace l'uomo, Si chiamava Lorenzo Venturini.
www.alessandrianews.it

09.10.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          1 FERITO CACCIATORE AMBITO VENATORIO - LECCO - LOMBARDIA - 73 ANNI
MALGRATE – Incidente a caccia per un 73enne di Pescate che lunedì si è sparato accidentalmente sul piede mentre si trovava a Pian Sciresa.
www.lecconotizie.com


*1 FERITO GENTE COMUNE - PADOVA - VENETO -  AMBITO VENATORIO
11.10.2014
Vigodarzere, ferito al volto dai pallini in caduta di un cacciatore in località Terraglione: un uomo è stato ferito dai pallini sparati poco distante da un cacciatore. Un uomo che passeggiava è rimasto ferito al volto dai pallini in caduta di un colpo sparato poco distante da un cacciatore. Sul posto sono intervenuti i carabinieri.
http://mattinopadova.gelocal.it

1 MORTO CACCIATORE - PAVIA - LOMBARDIA - AMBITO VENATORIO - REO 19 ANNI
12.10.2014
Canneto pavese. È morto il cacciatore colpito da una fucilata calibro 12 alla testa. L’uomo è stato ferito da una fucilata alla testa da un amico, durante una battuta di caccia. E' stato trovato in fin di vita, per lui non c'è stato nulla da fare.: a sparare un cacciatore 19enne, era un esordiente nella caccia al cinghiale. Il padre era il suo tutor (accompagnatore) come previsto dal regolamento venatorio..... Si chiamava Luciano Sanelli il cacciatore ucciso a Canneto Pavese, era residente a Redavalle, in Oltrepò Pavese, sposato e padre di tre figli.
http://laprovinciapavese.gelocal.it


*1 FERITO GENTE COMUNE - VICENZA - VENETO - AMBITO VENATORIO
14.10.2014
Sossano: spara alla lepre ma “abbatte” una ciclista. Una quarantenne veronese è stata ferita da un cacciatore padovano che aveva inseguito una preda.  Gli spari alla lepre di un cacciatore padovano di Bastia finiscono per colpire una quarantenne ciclista di Caprino Veronese che si stava riscaldando per la gara a cronometro organizzata in mattinata a Colloredo dal GC Sossano nell'ambito della sagra delle castagne con quasi 140 partecipanti al via.
Se non ci scappa il morto è solo per questione di millimetri, sufficienti comunque a provocare la dura reazione dei ciclisti che si stavano preparando per l'imminente gara. In tanti hanno sottolineato la leggerezza dell'appassionato padovano che avrebbe potuto causare una tragedia. Lo sconcertante episodio dalle conseguenze fortunatamente limitate è avvenuto ieri mattina attorno alle 8.30 sulla stretta via Cà Franzoso a Colloredo di Sossano, dove Christine Koschier della società veronese Fimap stava transitando assieme ad altri tre ciclisti. «Improvvisamente sono stramazzata a terra perché sono stata colpita a una gamba, a un braccio e ad un fianco della parte sinistra dai pallini», ha spiegato dolorante la donna ai soccorritori. (...)
http://www.corriere.it/cronache

1 FERITO CACCIATORE - FOGGIA - PUGLIA - AMBITO VENATORIO
13.10.2014
Vico del Gargano, colpito alle spalle durante battuta di caccia, salvo il 41enne rimasto ferito in seguito ad un incidente avvenuto durante una battuta di caccia. Da raccolta dati, l’uomo era in compagnia di un gruppo di amici in località Acqua delle Chianche, tra Vico e Ischitella, in una zona regolarmente aperta alla caccia. La Procura di Foggia ha aperto d’ufficio un fascicolo d’indagine.
http://www.statoquotidiano.it

1 FERITO CACCIATORE - BRESCIA - LOMBARDIA - AMBITO VENATORIO        15.10.2014                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   Sindaco di Villa Carcina si spara a una gamba. Il sindaco di Villa Carcina Gianmaria Giraudini lunedì 13 ottobre è stato vittima di un incidente di caccia banale quanto doloroso, e che poteva avere ben altri esiti. Il primo cittadino, secondo le ricostruzioni, lunedì mattina si è trovato all’interno del suo capanno con il cane sopra i monti valtrumplini quando è partito un colpo dal suo fucile che gli ha rotto una gamba.                                                                                                                                   http://www.quibrescia.it

*1 FERITO GENTE COMUNE - PADOVA - VENETO - AMBITO VENATORIO
17.10.2014
Cacciatore non centra il bersaglio e spara in faccia ad un passante. Domenica 12 ottobre, nelle campagne di Casale di Scodosia, un 55enne del posto è stato colpito di striscio da un colpo di fucile. Jürgen Gowik, originario di Stoccarda, ha segnalato l'episodio ai carabinieri. Durante una tranquilla passeggiata in campagna col cane, l'uomo è infatti rimasto vittima di un incidente di caccia. , per fortuna non grave, colpito di striscio al volto dallo sparo di uno sbadato cacciatore. "Ero ancoro vicino alle case - sbotta il cittadino... Non è possibile che uno non può uscire a fare una passeggiata senza rischiare di essere colpito da qualche idiota - continua inferocito. DENUNCIATO IL CACCIATORE. Il 55enne ha sporto denuncia ai carabinieri, segnalando il numero di targa della macchina dell'imprudente cacciatore, che si sarebbe comunque scusato per l'accaduto (...).
http://www.padovaoggi.it


1 MORTO CACCIATORE - PERUGIA - UMBRIA -  AMBITO VENATORIO
19.10.2014
Cortona (Arezzo), Parte colpo da fucile, ucciso cacciatore di 64 anni. Anziano di Trevi colpito da compagno di appostamento. fra le località Portole e Teverina. La vittima è rimasta colpita mentre si trovava un capanno di appostamento dallo sparo partito accidentalmente dal fucile di un compagno di caccia.
https://www.ansa.it


*1 FERITO GENTE COMUNE - TORINO - PIEMONTE - AMBITO VENATORIO
19.10.2014
Giaveno. E' stato scambiato per un cinghiale e si è beccato ben 9 proiettili da caccia. La vittima, un cercatore di funghi di 52 anni di Venaria, si è diretto da solo all'ospedale Mauriziano di Torino, senza avvisare i soccorsi. La vittima era uscita di casa e si era diretta nelle campagne alla ricerca di funghi quando, improvvisamente è stata ferita da un cacciatore.... Ora è caccia al cacciatore: ad occuparsene i carabinieri di Rivoli che stanno cercando di identificare il responsabile dell'accaduto. Questo, sparito nel nulla... .
http://www.torinotoday.it


1 MORTO CACCIATORE - PISA - TOSCANA - AMBITO VENATORIO
25.10.2014
(ANSA) - Riparbella (PISA) Un cacciatore di circa 60 anni è rimasto ucciso nel corso di una battuta di caccia, al confine tra le province di Pisa e Livorno. L'uomo, secondo una prima ricostruzione, sarebbe stato raggiunto da un colpo di fucile esploso da un compagno di battuta.
http://www.salonedellagiustizia.it

*1 FERITO GENTE COMUNE - CUNEO - PIEMONTE - REO 73ENNE
27.10.2014
Nell'albese. Pulisce fucile,parte colpo,moglie ferita La donna sottoposta a intervento chirurgico
(ANSA) - CUNEO, 27 OTT - Una donna di 70 anni è stata ferita al volto da un colpo di fucile, che - secondo i primi accertamenti - è partito mentre il marito,73 anni, puliva l'arma. E' accaduto in tarda mattinata, a Borgomale, nell'albese. Portata con l'elisoccorso all'ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo, è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico e ora è ricoverata in prognosi riservata. Il fucile automatico, regolarmente denunciato, è stato sottoposto a sequestro dai carabinieri di Diano d'Alba.
http://www.ansa.it/piemonte

28.10.2014

1 FERITO CACCIATORE - TREVISO - VENETO - AMBITO VENATORIO                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              Inciampa e si spara al'inguine: grave un 75enne cacciatore di Sarmede. L'uomo domenica mattina era uscito con degli amici per una battuta di caccia, ma nel saltare un fosso è scivolato e si è sparato con il fucile                                    http://www.trevisotoday.it

30.10.2014
* 1 FERITO GENTE COMUNE - SALERNO - CAMPANIA - AMBITO VENATORIO
Sassano - Colpita al volto una ragazza.
Deferito in stato di libertà per lesioni personali aggravate un cacciatore, classe ‘66, originario di Sarno che al confine tra Sala Consilina e Sassano, ha esploso un colpo di arma da fuoco all’indirizzo di un volatile, attingendo al volto una ragazza che si trovava in un attiguo terreno agricolo di proprietà. All’uomo, immediatamente fermato da una pattuglia del NOR, è stata sequestrata l’arma, un fucile cal. 20 regolarmente detenuto e 450 cartucce.
http://247.libero.it

2.11.2014
1 MORTO CACCIATORE - CHIETI - ABRUZZO - AMBITO VENATORIO
Incidente di caccia al cinghiale, muore un uomo a Guardiabruna. Chieti, si indaga per omicidio colposo. Un uomo di 58 anni, Nicola Costanzo, ha perso la vita a causa di un incidente in località Mattioni, a Torrebruna. Era andato a caccia con gli amici. Verosimilmente l'uomo sarebbe stato colpito dagli stessi cacciatori che erano con lui dopo essersi spostato, non segnalandolo, dal luogo dove si era appostato. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.
http://www.tgcom24.mediaset.it


1 FERITO CACCIATORE - PISA - TOSCANA - AMBITO VENATORIO
2.11.2014
Volterra - Ferito a un braccio durante una battuta di caccia al cinghiale il 2 novembre alle 14,30 sulle colline di Volterra. Un cacciatore di 39 anni, che abita a San Miniato, è rimasto ferito a un braccio dopo che è stato raggiunto da un colpo di fucile.
http://iltirreno.gelocal.it


1 MORTO CACCIATORE - POTENZA - BASILICATA - AMBITO VENATORIO
2.11.2014
Laurenzana, incidente di caccia al Bosco Scarambone. Muore uomo di 42 anni.Il cacciatore ucciso da un colpo partito dal fucile del suo compagno di caccia in un’area protetta, nel Parco dell’Appennino..
http://www.basilicata24news.it

-oOo-

CASI SPECIFICI DA AGGIUNGERE.....................SEGUE

 

 

 


Read 0 Comments... >>
 

Cs.Non fanno clamore un bambino e una madre feriti, vittime della caccia, le opinioni di un animalista sì.

E-mail Stampa PDF

Comunicato stampa - Associazione Vittime della caccia 25.11.2014

Vittime della caccia: Non fanno clamore un bambino e una madre feriti,

le opinioni di un animalista sì.

Morti e feriti per mano dei cacciatori sono cittadini di serie B

Il risalto dato dai media a una personale opinione espressa da un noto animalista nei confronti della caccia (e dei cacciatori) sa tanto di operazione strumentale e mistificatoria. Eppure quanto dichiarato da Rizzi sulla morte per infarto del presidente del consiglio regionale del Trentino e cacciatore Moltrer altro non è che il richiamo alla nemesi di colui che uccide e a sua volta non tarda a raggiungere le sue vittime.

Condivisibili o meno certe esternazioni dichiarate sul social network da Rizzi, riflettono comunque lo stato d'animo e la frustrazione dei tanti italiani che dei macabri spettacoli di caccia e di violenza gratuita su persone e animali da parte dei cacciatori non ne possono davvero più. Rizzi ha concentrato su di sé l'esasperazione e la ribellione di chi subisce da anni gli abusi, le minacce e l'imposizione occulta di uno Stato volutamente indifferente non solo alla vita dei selvatici trucidati a milioni ma anche delle persone umane vittime della caccia.

Cos'altro dovrà scuotere media ed istituzioni se non il ferimento nel giardino di casa di una madre e del suo bambino di 6 anni, colpiti a Merate (LC) il 23 novembre scorso da un cacciatore che non sapeva, a quanto risulta dalla cronaca, neppure che direzione prendessero i colpi da lui sparati verso una casa. Colpi sparati da distanza sicuramente ravvicinata, visto il tipo di arma usata (ad anima liscia con gittata utile di alcune decine di metri)  tanto da sfondare anche i vetri di un'abitazione.

Oggi, 25 novembre è la giornata contro la violenza sulle donne: sarà bene ricordare che le donne vittime dei cacciatori sono 9 su 15 feriti tra la gente comune, 2 i bambini, dal 1 settembre ad oggi, ovvero in circa 50 giorni effettivi di caccia.

Infatti i legali detentori di armi ad uso caccia non uccidono o feriscono solo durante le battute ma anche nell'ambito familiare, si rendono responsabili di gravi aggressioni contro mogli, madri o vicine inermi senza che questi fatti vengano percepiti come un fenomeno allarmante da prevenire, da curare, da reprimere severamente e non casi isolati accidentali.

Invece, siamo solo a metà stagione venatoria e da qui alla fine quante ancora dovranno subire la bestiale violenza di chi è avvezzo al sangue e al libero arbitrio sulla vita altrui?

La riprovazione da parte dei media dovrebbe, senza se e senza ma, indirizzarsi su chi spara e uccide e non su chi esprime comunque liberamente una personale opinione, questa che piaccia o no.

Quanto falso moralismo, quanta inaccettabile ipocrisia si celano dietro ai tanti bacchettoni che al tempo stesso tacciono sui crimini delle doppiette!

Eppure dal 1 settembre al 24 novembre le vittime, morti e feriti umani per armi da caccia e cacciatori, risultano essere ben 54, 11 morti e 43 feriti.

Maurizio Giulianelli, Associazione Vittime della caccia.

 


Read 0 Comments... >>
 
Banner