I DOSSIERS AVC – accedi*

I DOSSIERS AVC

DAL 2007 AD OGGI

PRIMA DI LEGGERE I DOSSIERS AVC, PER ACCEDERE E’ NECESSARIO CHE LEGGI ATTENTAMENTE CON QUALI CRITERI ABBIAMO EFFETTUATO LA RICERCA

COMUNICATO PER I LETTORI/RICERCATORI/STAMPA/ASSOCIAZIONI

– ATTENZIONE PREGO –

PREMESSO CHE AVC OFFRE GRATUITAMENTE DA OLTRE UN DECENNIO UN DOCUMENTATO FOCUS SULLE VITTIME PER ARMI DA CACCIA, che i Dossiers AVC, nelle parti autoprodotte, al pari dei dati così estratti, sono coperti dai Diritti d’autore e che l’Associazione Vittime della caccia offre liberamente la diffusione degli stessi dati nei vari canali media e social, ma pone come unica condizione che si citi la fonte, nel rispetto del costante impegno profuso.

Riproduzione e pubblicazione dei dati autorizzate, citando espressamente la fonte “www.vittimedellacaccia.org” – Copyright©2007-2020 Associazione Vittime della caccia

Una ulteriore attenzione, per altro necessaria se non indispensabile come chiave di lettura, deve essere posta ai CRITERI DI RICERCA adottati per le selezioni delle rassegne stampa e il conseguente conteggio dei diversi dati estratti.

In primis, c’è da tenere conto che ogni Dossier e relativi Dati non fanno riferimento a 12 mesi dell’anno, bensi ai 4,5/5 mesi di canonica stagione venatoria (con preaperture).

QUINDI Si invitano i giornalisti e gli interessati ad osservare con attenzione i numeri, la loro classificazione e i criteri di ricerca con cui sono stati raccolti ed elaborati, per una corretta, onesta e affidabile comunicazione.

La nostra ricerca verte principalmente a comprendere il fenomeno dei danni che l’attività venatoria, i cacciatori e le loro armi causano al vivere civile, all’ambiente e alla fauna.

Pertanto, in primo piano emergono i casi di pericolosità sociale con uso di armi da caccia, per mano di chi esercita attività venatoria, sia durante le battute (AMBITO VENATORIO), sia in altri ambiti privati o pubblici (AMBITO EXTRA-VENATORIO).

I Dati citati sono sempre disponibili sia separatamente nei vari ambiti, sia in totale, per facilitarne la comprensione e l’uso

Persone uccise o ferite da armi da caccia, dunque, rientrano nei nostri conteggi ma da questi escludiamo i casi di suicidio (essendo azione volontaria contro sè stessi, raccogliamo la notizia ma non conteggiamo), salvo i casi in cui l’arma sia stata usata da un minore o da terzi a causa di omessa custodia o altro. Escludiamo da sempre anche i casi di infarti, cadute o altri cause di morte o ferimento che non siano le armi da caccia.

Raccogliamo e pubblichiamo i casi di cronaca e le fonti che riguardano l’attività venatoria di frodo (bracconaggio), abuso di armi ad uso caccia, minacce e aggressioni da parte di chi esercita attività venatoria, tragedie sfiorate, animali domestici feriti o uccisi, fauna selvatica oggetto di abusi venatori, bambini coinvolti all’uso delle armi, talvolta educati ad uccidere, sovente come ad ogni stagione vittime loro stessi vittime di armi da caccia.

Riteniamo fuorviante, inoltre, definire “incidenti di caccia“, quei casi in cui vi sia stata una vittima a causa dell’omessa applicazione di norme di sicurezza e leggi specifiche. Ciò che è prevenibile e prevedibile non è certo frutto di inaspettate coincidenze negative del fato, bensì di responsabilità dirette degli autori, di chi ne autorizza l’attività o di chi non dispone gli adeguati controlli sul territorio.

– Ultimo ma non certo in ordine di importanza, il concetto di VITTIMA. In altre circostanze estranee alla caccia, riteniamo comunemente vittima una donna abusata, un bambino bullizzato, un ferito in auto, una casalinga vittima del fornello, ecc, al pari di una persona FERITA dall’arma di un cacciatore.  Pertanto quando parliamo di vittime, ci riferiamo al numero totale di MORTI E FERITI PER ARMI DA CACCIA, non mancando di specificare distintamente le due voci.

GUERRA IN TEMPO DI PACE (EXTRA-STAGIONE)- I cacciatori non mietono vittime solo durante la stagione venatoria, come dimostrano le cronache, ma anche nell’arco di tempo tra la chiusura di una stagione venatoria e l’inizio della successiva (1 febbraio/31 agosto).  Non tutti gli anni siamo riusciti a produrre una sintesi dei dati relativi ai fatti di cronaca sudddetti, pertanto sono disponibili soltanto alcune annate.

Ribadiamo pertanto che i DATI FORNITI DA AVC SONO RELATIVI AI SUDDETTI CRITERI DI RICERCA ADOTTATI DA AVC, e non altro.

Altri dati che circolano all’occasione nei media, si riferiranno ad altre ricerche, pur non essendo sinora chiari i criteri di ricerca adottati e le fonti da cui sono estratti.

Si ringrazia per una attenta comunicazione dei nostri dati, che si ricorda ancora essere di libera fruizione a condizione di citarne la fonte.

Grazie! ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA CACCIA

Riproduzione e pubblicazione dei dati autorizzate, citando espressamente la fonte “www.vittimedellacaccia.org” – Copyright © 2007-2020 Associazione Vittime della caccia

SI, HO LETTO X                          NO, NON HO LETTO TUTTO X (altro…)

Continua a leggere